Hotel per matrimoni a Sorrento

Torna a Surriento … e torna per sposarti! La cittadina che, insieme alla sua bellissima penisola, offre centinaia di scorci e panorami mozzafiato è da sempre il luogo preferito per gli innamorati di tutto il mondo.

Baciarsi sotto la Porta Parsano, di fronte alla Cattedrale, o davanti alla veduta del Golfo di Napoli o della Costiera Amalfitana dal lato opposto della penisola.

Abbracciarsi e scambiarsi promesse di amore eterno seduti in una piccola baia davanti al mare più bello del mondo … chi non vorrebbe farlo?

E Sorrento si presta volentieri a tutto questo.


Sposarsi a Sorrento

Il matrimonio, per Sorrento e la sua penisola, è una vera e propria industria così come lo è il turismo.

Le due cose sono spesso collegate perché sia Sorrento città che i paesini della sua penisola favoriscono chi decide di sposarsi nel loro scenario. In pochi chilometri potete facilmente scegliere località di rara bellezza, dove realizzare non solo la cerimonia ma anche le foto, con poco sforzo.

Basterebbe nominare solo Amalfi, Positano, Vietri sul Mare, Ravello, Vico Equense oltre alla stessa Sorrento per immaginare già la scena di un matrimonio da favola.

E poi, offerte speciali, pacchetti cumulativi, possibilità di scelta del rito – civile o religioso – prenotando per tempo chiese o monumenti romantici… spesso a tutto questo è associata perfino la luna di miele in un albergo della zona.


Un hotel per il tuo matrimonio a Sorrento

Se il tuo piano è quello di sposarti a Sorrento, e di fare un matrimonio da sogno, l’idea migliore è quella di trovare un albergo che ti permetta di fare tutto: dal banchetto, dalla prima notte di nozze all’ospitare i parenti lontani.

A volte, perchè no, anche la cerimonia civile! Meglio ancora se questo albergo ha una bella posizione sul mare, un parco, una piscina e altri incentivi che lo rendano perfetto allo scopo.

L’Hotel Cristina è quello che fa per te.

Facilmente raggiungibile, con un accesso privato che elimina lo stress da parcheggio, i suoi punti di forza sono il panorama a trecentosessanta gradi, con le terrazze che guardano sia a est che a ovest per garantirvi tramonti mozzafiato e albe romantiche.

Potrai organizzare il tuo banchetto di nozze nel giardino, nelle terrazze con piscina panoramica o in una delle sue bellissime sale.

Come in una reggia, camminerai al fianco della persona amata consapevole che tutta la bellezza che ti circonda, per un giorno… per questo giorno, sarà vostra.


Contattaci per maggiori informazioni

Un hotel con centro benessere a Sorrento

Cosa può esserci meglio di una vacanza a Sorrento? Decine di canzoni e di versi hanno celebrato questa penisola della Campania come il paradiso, diversi film l’hanno fatta scoprire al mondo come una meraviglia.

E adesso avrai tu la possibilità di vivere pienamente questo luogo, per rilassarti in mezzo a tanta bellezza.

Non chiederesti di più. Eppure il “di più” esiste.

Immagina la tua vacanza a Sorrento in un albergo con centro benessere incorporato.


Bellezza e relax a portata di mano

Sei a Sorrento e ti trovi circondato dal mare, dai limoni, dalle calette e dai lidi dei VIP ma anche da bellissimi monumenti – chiese medievali e barocche, vicoletti romantici, cortili d’altri tempi.

Un ristoro per gli occhi ma anche per la mente, che in mezzo a questo mondo magico dimentica pensieri ed emozioni negative.

Un ristoro anche per il corpo, che ritrova le energie nel nuoto, nelle passeggiate, negli itinerari in bicicletta e nelle gite alla scoperta di scavi antichi e di borghi ameni.

Ma Sorrento è anche località di gran richiamo turistico e non è facile trovare un angolo tutto per sé.

Per avere il relax e la bellezza bisogna a volte sgomitare con le folle di visitatori che qui non mancano mai, nemmeno in inverno.

Allora, dove cercare un po’ di rilassamento privato per sé e per i propri cari?


Un hotel con centro benessere

La soluzione ideale è proprio quella di avere un hotel con centro benessere al suo interno.

Come detto, questo è il “di più” che puoi pretendere dalla tua vacanza paradisiaca a Sorrento.

Quando fuori non trovi il relax che cercavi, il tuo hotel ti garantirà massaggi, saune, bagni rilassanti, cure estetiche e tanto altro per regalarti attimi indimenticabili tutti per te.

Un hotel come il Central di Sorrento, ad esempio.

Le recensioni affermano che l’elemento di gran qualità di questo albergo, oltre alla colazione “abbondante” è l’efficienza dei servizi offerti al cliente.

Il centro benessere su tutti.

Tra i benefici di cui potrai godere al Central troverai: trattamento skin viso, massaggi olistici e solari per il corpo, manicure e pedicure, trattamento abbronzante.

Vedere Sorrento e le sue bellezze è un privilegio, fare il bagno nelle sue acque cristalline usufruendo delle mitiche spiaggette è un’emozione unica, ma fare tutto questo con la certezza che in ogni caso, in ogni momento, anche il tuo hotel ti garantisce un trattamento bellezza completo per rendere ancora più indimenticabile la tua vacanza è un’occasione irrinunciabile.


Marina Grande a Sorrento

Sorrento è la capitale del turismo campano per eccellenza. La sua bellezza medievale che si interseca pienamente con la natura – i famosi limoni, le colline intorno, le spiagge stupende – la rendono una meta che non passa mai di moda.

La tua vacanza a Sorrento deve tener presente tutti questi elementi e non lasciarsene sfuggire neanche uno. Perché è nell’insieme che si crea la sua magia. Dalla Marina Grande fino ai Gradoni in cima alla collina e poi discendendo di nuovo verso il Villaggio Costa Alta, tutto il territorio cittadino offre angoli e scorci che rendono il soggiorno emozionante, ad ogni istante. Scoprire Sorrento non ti stancherà mai. E ti suggeriamo di iniziare proprio dalla Marina Grande.


Il fascino di Marina Grande

Marina Grande è nato come un piccolo borgo di pescatori. Divenuto parte di Sorrento, ne ha caratterizzato sempre quel suo spirito antico, non avendo di fatto mai perso l’impronta operaia. Qui i pescatori continuano a vivere, a lavorare e a tenere alto il nome della qualità del pesce locale, ma i loro figli stanno già riadattando il quartiere al turismo che non può mancare nemmeno qui.

Accanto alle casette piccole e umili dei pescatori, si fanno sempre più spazio villette residenziali, B&B e alberghi. L’evoluzione tuttavia non ha disturbato l’armonia architettonica del luogo, anzi.

Un appartamento turistico ricavato da una casetta di pescatori è qualcosa che emoziona i forestieri e viene ampiamente richiesto.

È a Marina Grande che si trovano i nostri appartamenti Coltur Suites.

Oltre all’architettura Marina Grande offre panorami mozzafiato: il Golfo di Napoli, col Vesuvio, da un lato e dall’altro il costone della Penisola Sorrentina fino a Bagni Regina Giovanna.

Se avrai l’occasione di passeggiare per la Marina Grande potrai ammirare il porticciolo turistico, i vecchi stabilimenti balneari, gli scavi dell’antica Porta Romana, i luoghi in cui furono girate le scene più belle del film “Pane, amore e …” con Sophia Loren e Vittorio De Sica.


Da Marina Grande al centro storico

Se vuoi mettere alla prova tutti i sensi col meglio di Sorrento, regalati una passeggiata di 11 massimo 13 minuti da Marina Grande alla Cattedrale dei Santi Filippo e Giacomo.

Lungo la strada respirerai il profumo dei limoni, dei fiori d’agrume, dei ristoranti che propongono ottime specialità di pesce inoltrandoti nel cuore antico di Sorrento.

Lasciata Marina Grande alle spalle, davanti a te si aprirà la bellezza della chiesa più importante della città, risalente al secolo XI sebbene costruita su un tempio preesistente, del X secolo. Non lontano troverai la magnificenza barocca del Santuario del Carmine, o la bellezza delicata della basilica di Sant’Antonino.

A questo punto sei nel pieno delle vie dello shopping e, tra un monumento e l’altro, potrai anche comprare bellissimi souvenir prima di ridiscendere verso il mare.

La sera, sul lungomare di Marina Grande, è una poesia di luci, odori, musica e sapori.

Una cenetta davanti al mare e poi un’ultima passeggiata magari proprio sulla spiaggetta davanti al ristorante, oppure lungo il pontile degli stabilimenti balneari o lungo la viuzza che sale, zigzagando, da Porta a Marina verso la via che conduce al centro.


La Tarantella di Sorrento

Si viene a Sorrento per fare vacanze, ma non solo. La cittadina più importante della bellissima Penisola omonima rappresenta l’inizio di un viaggio che comprende arte, storia, mare, sole ma anche degustazioni, tradizioni, usi e costumi e musica.

Sorrento, e tutto il territorio del suo hinterland, fa parte della grande cultura napoletana ma sa anche distinguersi in alcune caratteristiche che la rendono speciale.

Per esempio, ha mantenuto quasi intatte alcune usanze che provengono da un passato molto lontano. La tarantella è una di queste. Ad un occhio profano forse sembrerà solo un’altra tarantella del sud, ma il ballo che si danza qui a Sorrento conserva segreti antichi che nel resto della regione sono anche stati perduti. Se vuoi conoscerlo, e chissà magari provarlo, devi per forza venire a Sorrento.


Storia della Tarantella

La tarantella, il ballo scatenato tipico del Sud Italia, proviene da una radice comune che nasce in Puglia nel XVII secolo. Il ballo risente però di radici molto più antiche, forse un mescolamento di danze greche con ritmi orientali.

Sarebbe sbagliato credere che la tarantella è uguale ovunque, nel Meridione.

Col tempo, con il cambio di abitudini e soprattutto con la diffusione nei vari territori, la tarantella si è diversificata.

Sembra normale, quindi, che la tarantella pugliese sia diversa da quella siciliana, calabrese e napoletana. Ma le differenze si notano anche all’interno di uno stesso territorio culturale.

Come succede, appunto, in Campania.

La tarantella cosiddetta “napoletana” è un ballo basato moltissimo sul tamburo, sul ritmo.

Esige che si balli in coppia, e non in gruppi come avviene in altre regioni.

La tarantella napoletana ha già da sola cinque stili diversi, che si differenziano sul territorio.

E a Sorrento?


Perché la Tarantella di Sorrento è speciale

A Sorrento la tarantella arriva un po’ in ritardo, rispetto al resto della regione. Siamo già nel XVIII secolo inoltrato quando il ballo si diffonde su questo territorio.

Le caratteristiche che prende in questa zona sono di narrazione. La tarantella sorrentina è un racconto d’amore. Ogni coreografia descrive un passaggio del corteggiamento. Anche il ritmo è diverso, in quanto viene interrotto nel suo scorrere tradizionale dal tempo di gavotta, a metà danza.

I ballerini non si limitano a ballare, ma partecipano anche al coro o all’orchestra, aiutando i musicisti con strumenti da suonare con le mani anche mentre si danza.

Durante una rappresentazione della tarantella sorrentina, i ballerini possono – a turno – anche cambiare abbigliamento.

E poi c’è la chicca particolare dello Scarrafone. Questo è un ballerino scelto tra i tanti che ha il compito di coinvolgere il pubblico.

Può inginocchiarsi davanti a una signora e invitarla a danzare, può provocare un uomo fingendo di dargli uno schiaffo, portando lo spettacolo in mezzo alla gente e viceversa.

La tarantella oggi è motore del turismo locale insieme alle altre bellezze sorrentine e anche in tal senso si sta evolvendo nelle modalità e nei racconti con cui viene proposta al pubblico.

É possibile assistere allo spettacolo di Tarantella presso il Teatro Armida di Sorrento. Ballerini, cantanti e musicisti insieme suoneranno le famose vecchie canzoni della tradizione napoletana.


Visitare Pompei partendo da Sorrento

Se hai scelto Sorrento come base delle tue vacanze napoletane hai fatto un ottimo affare.

Non soltanto perché lo spettacolo della costiera, del mare e degli agrumeti è già una fonte di benessere per lo spirito in sé, ma perché da qui puoi raggiungere facilmente molti altri luoghi turisticamente interessanti della Campania.

A due passi trovi Positano, Praiano e Amalfi con i loro vicoli e spiagge ormai famosi in tutto il mondo.


E a meno di un’ora di strada, risalendo verso Napoli, trovi la meraviglia di Pompei e delle sue rovine.

Da Sorrento a Pompei: cosa trovi lungo il percorso

Partendo in auto da Sorrento, direzione Napoli, potrai fermarti ad ammirare diverse tappe lungo il percorso che ti conduce a Pompei.

Tutta la costa, qui, vale la visita e dunque non farti problemi a tentare qualche stop in più.

Il primo puoi farlo quasi subito, a Vico Equense: qui se avrai tempo potrai visitare la chiesa della Santissima Annunziata che, oltre ad essere un monumento barocco molto bello, sorge su uno sperone di roccia da cui si ammira il panorama di tutto il golfo; da vedere anche il Castello Giusso e il Museo di Arte Sacra con le collezioni di oggetti e gioielli in corallo.

Proseguendo verso nord incontrerai prima il Parco Regionale dei Monti Lattari e subito dopo Castellammare di Stabia: qui sono da visitare i bellissimi palazzi nobiliari, la reggia Quisisana, il Castello Medievale e le Ville Romane degli scavi archeologici comunali.

Da Castellammare poi, in soli 20 minuti, arriverai alla tua destinazione.


La bellezza di Pompei

Nota principalmente per gli scavi archeologici che hanno riportato alla luce una intera città sepolta sotto le antiche ceneri del Vesuvio, Pompei è comunque un piccolo centro ricco di bellezze artistiche oltre che storiche.

Le sue chiese sono famose in tutto il meridione, in particolare il Santuario della Madonna di Pompei, di una ricchezza di decorazioni sfolgorante!

L’esterno maestoso non ha nulla da invidiare agli interni, carichi di dipinti e stucchi barocchi, nonostante sia di recente costruzione (XIX secolo).

Ovviamente, il monumento principale di Pompei sono gli scavi.

Dal 1748 ad oggi, questo sito archeologico continua a riservare emozionanti sorprese.

Sotto ogni metro di terra, sotto ogni mattonella potrebbe esserci un tesoro.

Non farti scappare l’occasione di visitare più monumenti possibile, tra le case della antica Pompei, le Ville, il Foro, gli Anfiteatri e le Terme.


Orari e informazioni sugli scavi di Pompei

Aperti tutti i giorni dalle 9 alle 17 (in inverno) e dalle 9 alle 19:30 (dal 1° aprile al 31 ottobre)

Chiusi il 1° gennaio, il 1° maggio e il 25 dicembre.

Per saltare le lunghe code all’ingresso, è possibile acquistare i biglietti online.


Collegamenti tra Sorrento e Pompei

Se non hai un mezzo di trasporto tuo, ma vuoi comunque dedicare parte della tua vacanza a Pompei, non ti preoccupare: esistono buoni collegamenti tra Sorrento e la città degli scavi.

Il mezzo consigliato è il trenino della Circumvesuviana, che passa ogni 20 minuti.

Altrimenti potrai andare con gli autobus delle linee EAV.


Possiamo organizzare il tuo transfer privato, chiedi maggiori informazioni alla reception.


Come arrivare a Sorrento

Può un piccolo comune di 16.400 abitanti diventare la capitale del turismo mondiale? Certamente, e Sorrento lo dimostra.

Questa cittadina arroccata in cima a un promontorio ricco di verde, panoramico e venato di torrenti e corsi d’acqua (da cui il nome greco, Syrrenton, confluenza) ha fatto innamorare generazioni di viaggiatori.

Gli stranieri l’hanno scoperta già in tempi antichi, quando era regno delle vacanze dei ricchi Romani, ma è dal XVIII secolo che il suo nome è diventato mito per francesi, inglesi, tedeschi, americani e nei secoli successivi anche per russi e asiatici.

Piccola sulla mappa, ma vicino a un gigante come Napoli, Sorrento si può raggiungere facilmente, con diversi mezzi.

Se anche tu stai pensando di venire a trascorrere le tue vacanze qui, questi consigli potranno esserti utili.


Se vuoi arrivare a Sorrento in aereo

Per arrivare a Sorrento, il mezzo consigliato è certamente l’aereo.

L’aeroporto internazionale di Napoli-Capodichino si trova a 50 km ed è molto ben servito da un rapido servizio navetta della linea bus Curreri.

Occorre circa un’ora per arrivare dall’aeroporto di Napoli al centro di Sorrento e al di là del trasporto pubblico, ti consigliamo di arrivare in auto con autista fino a Sorrento. Possiamo organizzare per te questo servizio, contattaci per maggiori informazioni.


In treno a Sorrento

Una scelta romantica potrebbe essere quella di arrivare a Sorrento in treno. Per farlo devi comunque arrivare a Napoli, alla stazione Centrale Piazza Garibaldi e da qui, tramite un comodo sottopasso, arrivare ai binari del trenino della Circumvesuviana. I biglietti sono economici, le corse frequenti (ogni 20 o 30 minuti) e in un’ora di viaggio panoramico lungo una delle coste più belle d’Italia, ti ritroverai proprio al centro del paese, pronto per il tuo giro turistico.


In autobus o in automobile

Se hai la tua auto e vuoi arrivare a Sorrento in modo indipendente, devi percorrere l’autostrada A3 Napoli-Sorrento in direzione Penisola Sorrentina e uscire a Castellammare di Stabia. Da qui sulla Statale 145 segui le indicazioni per Sorrento e per i vari paesi della Penisola (Meta, Sant’Agnello, Vico Equense…). Quanto agli autobus che servono Sorrento oltre alle navette Curreri che fanno la spola dall’aeroporto ci sono le comode linee EAV che la collegano a Pompei e a Napoli. Potrai usufruire anche delle linee SITA per raggiungere Sorrento da altri punti della costiera.


Puoi arrivare a Sorrento pure dal mare

Puoi arrivare a Sorrento anche via mare. Da Napoli, infatti, partono ogni giorno e a ogni ora gli aliscafi che tagliano il golfo e raggiungono direttamente la parte bassa della Penisola sorrentina.

Da lì, ti basterà salire verso il centro del paese per raggiungere comodamente il tuo alloggio a Sorrento.


Escursione alla Reggia di Caserta partendo da Sorrento

Sorrento è un piccolo mondo al centro di … tutto!

Se hai scelto questa città come base delle tue vacanze non soltanto avrai la soddisfazione del miglior relax, del più bel mare e del miglior cibo di Campania ma anche la possibilità di spaziare e conoscere diverse mete interessanti tutto intorno.

La Reggia di Caserta è una di queste.

Potrai scegliere di fare il viaggio in un’unica soluzione oppure con alcune tappe lungo il percorso.

In entrambi i casi, sarà un’esperienza emozionante.


Da Sorrento alla Reggia di Caserta

Se vuoi trascorrere una giornata alla Reggia di Caserta ma ti trovi a Sorrento, nessun problema: basta sapere quali mezzi utilizzare e i tempi per farlo in base alle tue esigenze.

La soluzione migliore è quella di recarsi a Napoli con i trenini della Circumvesuviana, che passano in media ogni 20 minuti, e poi dalla stazione Garibaldi proseguire con il treno diretto EAV oppure, dal piazzale antistante la stazione, con gli autobus della stessa linea.

Entrambi i mezzi ti lasceranno alla stazione centrale di Caserta, ovvero a pochi passi dalla Reggia.

I biglietti si possono comprare online sul sito di Trenitalia oppure alla stazione di Napoli.


Arrivare alla Reggia di Caserta in più tappe

Andare da Sorrento a Caserta in più tappe è possibile, se hai un’auto tua e il tempo per farlo, ma non consigliabile.

Per visitare la Reggia di Caserta infatti occorrono diverse ore e dunque sarebbe ideale dedicare a questo monumento tutto il tempo possibile.

In ogni caso, lungo il percorso si incontrano molte località dove sarebbe bello fermarsi almeno un po’.

Pompei, con i suoi scavi che hanno riportato alla luce l’antica città distrutta dal Vesuvio.

Ercolano, con gli altri scavi e i panorami del vulcano; inutile dire che passerete da Napoli, e che Napoli ha molto da offrire e se trovi almeno mezz’ora di tempo vai ad ammirare almeno Piazza Plebiscito o il Castel dell’Ovo.

Infine Caserta, con la sua reggia e i giardini che richiedono sicuramente la tua attenzione e almeno tre ore di visita guidata.


La Reggia di Caserta

Palazzo di notevole bellezza, voluto da Re Carlo di Borbone, la Reggia si presenta come una copia in piccolo di Versailles!

Edificata nell’arco di trent’anni (1741-1773) è circondata da un parco meraviglioso esteso su 3 km di lunghezza e 120 ettari di superficie su cui sorgono sette fontane monumentali e almeno due tipologie di giardini (all’italiana e all’inglese).

Tra le 1200 stanze degli interni, valgono la visita le sale con le collezioni di arte antica, in particolare Sala del Trono con stucchi e affreschi di rara bellezza e Sala Ellittica che ospita un esempio grandioso di presepe barocco napoletano, 40 metri quadri di struttura con oltre mille statuine.

Ma la Reggia, oggi, ospita anche della raffinata arte contemporanea, a partire dai migliori artisti del mondo (Andy Warhol, Keith Haring, Joseph Beuys) fino alle esposizioni degli alunni dell’Accademia di Belle Arti di Napoli.

Non mancare la visita alla Cappella Palatina, splendida copia di quella di Versailles che ha inglobato, sul retro, un piccolo anfiteatro chiamato Teatro Reale.


Info e consigli


Contattaci

Mezzi pubblici a Sorrento

Sorrento è il sogno di una vacanza perfetta.

Cosa può esserci di meglio di un romantico paesino arroccato su un promontorio, che discende dolcemente verso il mare e verso calette di ghiaia riparate in cui immergersi in un’acqua verde-azzurra, bella come poche?

Se anche tu non sai resistere a questo richiamo stupendo, prenota la tua prossima vacanza in Penisola Sorrentina.

Non te ne pentirai perché oltre alla bellezza dei luoghi incontrerai l’efficienza organizzativa del comune che vuol offrire sempre il meglio ai turisti.

Visitare Sorrento e i suoi dintorni infatti è facile, comodo e anche divertente, se sai a quali mezzi pubblici fare affidamento.

Con le dovute eccezioni, naturalmente, perché non sempre occorrono mezzi per spostarsi lungo il perimetro e le immediate vicinanze di questa città unica al mondo!


Come visitare Sorrento

Sorrento ha un centro storico molto bello, concentrato e facile da visitare.

Non bisogna avere un mezzo personale per godere delle bellezze artistiche, storiche e architettoniche – oltre che panoramiche – di questa cittadina.

Ti basterà fare una passeggiata per i vicoli, le piazzette, sostare per qualche minuto davanti al belvedere per sentirti soddisfatto.

Ma Sorrento non è soltanto centro storico.

Ci sono le spiagge, ai piedi del promontorio, ci sono luoghi di interesse paesaggistico e storico poco lontano.

Come muoversi, allora, in questi casi?

Per dare una prima occhiata in giro, puoi prenotare il tour Hop-on Hop-off di Sorrento che ti condurrà in una rotta intorno a Sorrento.


I mezzi pubblici a Sorrento e dintorni

Il mezzo pubblico più usato per girare le località periferiche di Sorrento è l’autobus.

Le linee bus della EAV sono le più comuni e collegano tra l’altro il centro con le spiaggette dei dintorni.

Gli stessi autobus collegano il centro di Sorrento con le altre cittadine della Penisola Sorrentina (Meta, Piano di Sorrento, Sant’Agnello).

Il biglietto dei bus EAV si fa presso le stazioni della Circumvesuviana oppure dai tabaccai e nei bar del paese.

Un’altra linea trasporti è la Coop Tasso, riconoscibile per il colore bianco dei suoi autobus e dalla Caravella disegnata in un lato.

La Costiera Amalfitana invece, viene servita dagli autobus della SITA (i biglietti si fanno nei bar o negli appositi chioschi informazioni).

Se preferisci raggiungere località più distanti come Pompei, o la stessa Napoli, potresti affidarti invece ai treni della Circumvesuviana che offrono il servizio di una metropolitana urbana e i prezzi variano a seconda della distanza.

Altro mezzo pubblico molto usato dai turisti per andare e venire da Sorrento è il traghetto oppure l’aliscafo.

Le linee di trasporto marittimo che partono da Sorrento collegano la città con Napoli e con Capri, ma alcune corse possono anche collegare il porto sorrentino con Ischia o con Positano.

Certamente questa scelta renderà gradevole il tuo spostamento lungo la penisola, grazie ai panorami che si godono dal mare.

I biglietti puoi acquistarli online, comodamente dal tuo hotel, e in base alla stagione ti consigliamo di prenotare il posto a bordo, dato l’affollamento estivo o quello del periodo di Natale.


Saremo lieti di aiutarti a spostarti mentre soggiorni nel nostro hotel. Non esitare a chiedere maggiori informazioni alla reception!

Contattaci

La Costiera Amalfitana in scooter

Hai deciso di trascorrere la tua vacanza da sogno a Sorrento e ti trovi, proprio adesso, nella splendida cittadina sotto il sole del sud e con un mare spettacolare davanti agli occhi. Ma non ti basta.


Vuoi un’esperienza speciale, che resti unica nei tuoi ricordi. Vuoi il vento sul viso e l’ebbrezza del paesaggio che cambia ad ogni curva.

La soluzione? Affitta uno scooter e vai a esplorare tutta la costiera Amalfitana con questo mezzo.

Perché andare in scooter

Perché andare in scooter e non in macchina? O magari con una bella moto potente? Il motorino va più lento, per questo è il mezzo migliore per esplorare luoghi stupendi come questi.

Lo scooter ti costringe ad andare piano e quindi ad ammirare il paesaggio e ti invita a fermarti spesso, così da poter esplorare da vicino questo incanto di paesini arroccati tra scogliera e mare. Come non provarlo?


Alla scoperta della Costiera Amalfitana: da Sorrento ad Amalfi

Partendo in scooter dal tuo hotel, dirigiti verso verso Salerno.

Imbocca la Statale 163 e immergiti nella magia della Costiera Amalfitana! Per primo incontrerai Positano dove dovrai assolutamente dedicare almeno un’ora al Sentiero degli Dei.

Nome che dice già tutto, perché questo percorso panoramico (pedonale) lascia senza parole.

A Positano, ammirerai la Torre Saracena e la chiesa della Madonna Assunta.

Altra sosta obbligata, Praiano. Qui è il paese il vero monumento, con i suoi vicoli, le piazzette, i belvedere affacciati sulla costa.

Proseguendo ancora sulla SS 163 incontrerai Conca dei Marini, il paese dove nacque la sfogliatella napoletana e dove potrai ancora assaggiarla, magari mentre programmi una passeggiata al borgo di Marina di Conca, o alla Grotta dello Smeraldo.

Finalmente arrivi ad Amalfi, cittadina bellissima, dove ammirerai il duomo di Sant’Andrea, dall’affascinante stile moresco, il convento barocco di Sant’Antonio, il Chiostro del Paradiso dentro il Museo Diocesano, la Torre dello Ziro dove fu rinchiusa la regina Giovanna La Pazza, i sentieri panoramici di Valle dei Mulini o Valle delle Ferriere.


Da Amalfi a Vietri

La Costiera si può vedere tutta in un giorno solo.

Tornato in sella al tuo scooter, da Amalfi continua verso i paesi gemelli di Maiori (la spiaggia più lunga e bella della costiera) e Minori, ricchissima di chiese quasi tutte Patrimonio Unesco e di scavi archeologici che hanno portato alla luce una splendida Villa Romana.

Ma prima di raggiungerli fai una deviazione e sali a Ravello: il paese è ricco di bellissime architetture religiose e nobiliari, chiese e palazzi non si contano ma il vero monumento è il panorama globale della costa che si gode da quassù. Mentre scendi verso Vietri, fai una sosta per visitare il paesino più antico della Costiera Amalfitana, Scala.

Il centro di Vietri sul Mare ha già un aspetto di cittadina ed è meno romantico degli altri, ma offre molte bellezze – chiesa di San Giovanni Battista, la fabbrica delle Ceramiche, Torre di Marina di Vietri, Torre Dragonea, via Madonna dell’Arco con la omonima chiesa – che non possono passare inosservate, prima di tornare indietro verso Sorrento.


Hotel con piscina a Sorrento

Sai qual è la particolarità di Sorrento e della penisola su cui si arrampica?

Sono entrambe bellissime!

E sono una meta molto ambita, non solo dai turisti italiani ma da gente di tutto il mondo.

Già a partire da marzo o aprile comincia l’alta stagione e di recente anche l’inverno sta diventando stagione altamente turistica, grazie alle iniziative natalizie del comune e dei paesi limitrofi.

Insomma, trovare un posto in hotel a Sorrento è un privilegio e se l’hotel ha anche la piscina è un vantaggio notevole.


Le spiagge di Sorrento

Sorrento è un paese famoso per la bellezza del suo mare, oltre che per l’architettura e struttura del suo centro storico.

I turisti vengono fin qui non solo per passeggiare romanticamente ma anche e soprattutto per rilassarsi su una sdraio davanti al Tirreno.

Idea meravigliosa, ma non sempre accessibile a tutti.

Le spiagge di Sorrento sono molto belle ma sono anche limitate a pochi.

Non per snobismo ma per via del poco spazio che rimane tra la scogliera e il mare.

Località come Marina Piccola o Marina Grande, Capo Sorrento, Bagni Regina Giovanna sono deliziose ma non possono contenere molta folla.

Inoltre, la spiaggia a ghiaietta non è gradita a tutti. E sarebbe un peccato se ti trovassi a Sorrento ma, per un motivo o per un altro, non potessi godere di un bel bagno e di un lettino sotto il sole.


Un albergo con piscina a Sorrento è la soluzione

La soluzione al tuo problema è un albergo con piscina.

L’Hotel Central e l’Hotel Cristina offrono splendide piscine.

Prenota una stanza in hotel a Sorrento con piscina e ottieni diversi vantaggi: un notevole risparmio giornaliero per le entrate ai lidi, che non ti serviranno; la certezza di avere il tuo bagno e la tua tintarella garantiti a pochi passi dal tuo alloggio; il privilegio, dove possibile, di fare il bagno
in piscina con un panorama mozzafiato ai tuoi piedi!

Certamente chi va in spiaggia, con il paese e i suoi belvedere alle spalle, non potrà dire lo stesso.

Altro notevole vantaggio dell’hotel con piscina a Sorrento è la sicurezza di poter fare la tua nuotata quotidiana in ogni momento, quando vuoi, e senza avere troppa folla intorno.

Il tempo che avrai guadagnato così potrai spenderlo piacevolmente andando alla scoperta del paese, dei suoi monumenti oppure dei dintorni, i paesini di Meta, Massa Lubrense, Nerano, Vico Equense.

Il vero relax inizia insieme alla tua libertà personale, e solo un hotel con piscina può garantirti questi momenti di pace totale, con i tuoi tempi, negli angoli che preferisci e con in più il piacere di un paesaggio da sogno che è tutto solo per te.